Le Colline del Prosecco Conegliano Valdobbiadene Patrimonio dell’Umanità

L’Associazione Nazionale Città del Vino brinda con soddisfazione al riconoscimento UNESCO per le colline del Prosecco Conegliano Valdobbiadene, il cui paesaggio vitato,
da domenica 7 luglio, è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità.

La notizia è arrivata da Baku, capitale dell’Azerbaijaan, dove il Comitato Permanente del Patrimonio Mondiale ha riconosciuto il valore universale al paesaggio delle colline dove si produce il Prosecco Conegliano Valdobbiadene Superiore DOCG.

“La notizia era attesa da tempo – afferma Floriano Zambon – presidente dell’Associazione Città del Vino – ed è un risultato importante ottenuto da tutto il territorio della produzione
storica del Prosecco Superiore Docg; un territorio composto dal 15 Comuni per la quasi totalità associati a Città del Vino. La nostra Associazione ha fortemente spinto perché si raggiungesse questo obiettivo che è un traguardo di straordinaria importanza che coinvolge tutti: cittadini, imprenditori, amministratori e produttori vitivinicoli. Il valore aggiunto di questo territorio non potrà che trarne un ulteriore incremento”.

Scarica l'allegato